Blog

Storia di un amore mai nato tra il commercialista e le startup

Negli ultimi tempi sono arrivate delle richieste di consulenza con una domanda particolare :

Sei un Commercialista startup oriented ?

bg_home

Questa richiesta mi ha fatto riflettere e mi ha portato ad alcune conclusioni.

Il primo pensiero che mi è venuto in mente è stato :

che tipo di percezione hanno gli startupper dei Commercialisti o dei professionisti in genere ?

In generale lo startupper è un soggetto molto intraprendente con diverse competenze in vari settori, pertanto spesso ritiene di avere le competenze per svolgere diversi ruoli senza necessità di essere assistito.

Quindi la percezione che si avverte è che il Commercialista sia in alcuni casi un intralcio alle loro attività.

La seconda riflessione che ho fatto è stata la seguente:

cosa intendono gli startupper per Commercialista startup oriented ?

Qui il discorso diventa più complesso in quanto intervengono molti fattori, quali ad esempio il costo del servizio di assistenza fiscale e amministrativa e il tempo che il Commercialista è disposto a dedicare allo startupper.

In linea di massima il compenso che il Commercialista richiede viene sempre considerato un costo elevato, anche in considerazione di quanto detto in precedenza sulle competenze che lo startupper ritiene di avere.

Inoltre spesso noi Commercialisti sempre oberati dalle scadenze quotidiane, non disponiamo di molto tempo da dedicare a chi inizia una nuova attività, che nella maggior parte dei casi durante tali fasi risulta essere abbastanza elevato.

La terza riflessione riguarda l’aspetto professionale ossia:

che competenze deve possedere un Commercialista startup oriented ?

Le competenze richieste in questo caso non sono solamente di tipo fiscale, legale e amministrativo, ma si estendono anche agli aspetti finanziari, tecnologici e di visione di sviluppo aziendale.

Ciò perché le startup si introducono in nuovi mercati, con una evoluzione normativa continua, con necessità di esplorare anche forme di gestione aziendale innovativa, pertanto a mio avviso anche il professionista che le assiste, deve possedere delle capacità di adattamento a questo nuovo sistema.

Fatte queste riflessioni sono giunto alla conclusione riportata nel titolo, ma ritengo che questa valutazione nasca da punti di partenza errati da entrambe le parti.

Infatti per la startup la figura del Commercialista con elevate competenze assume un aspetto centrale in quanto le consentirebbe di affrontare le notevoli traversie burocratiche con maggiore facilità.

D’altro canto il Professionista che vuole stare al passo con i tempi deve tenere conto delle mutate condizioni di fornire consulenza alla propria clientela e tenerne conto nell’elaborazione dei propri servizi.

Attendo Vostre impressioni.

 

 

 

 

 

 

 

 

Lascia un commento

Studio Mondino - la risposta ai tuoi quesiti fiscali.