Blog

Come avviare un’azienda nel settore agricolo

Spesso mi viene chiesto quali adempimenti occorrono per avviare un’azienda, per tale motivo ho deciso di pubblicare delle mini – guide che evidenzino i passaggi burocratici da porre in essere per iniziare un’attività, distinguendoli per settore merceologico.

Oggi iniziamo da una azienda agricola.

azienda4

Foto tratta dal sito tenutabiogambino.it

Il primo passo da compiere possedendo dei terreni agricoli di proprietà o in affitto o comodato d’uso è la predisposizione del Fascicolo AGEA.

Si tratta di una dichiarazione da presentare per via telematica, nella quale vengono dichiarati i terreni in possesso all’imprenditore.

Questo passaggio è collegato al tipo di azienda da creare, ossia se una ditta individuale o una società, in questo ultimo caso occorre prima costituire la società con atto pubblico redatto dal Notaio.

Se si tratta di ditta individuale la P. IVA può anche essere richiesta successivamente alla predisposizione del Fascicolo AGEA, in quanto la registrazione avviene con il semplice codice fiscale del soggetto titolare dell’azienda.

Il passo successivo è la presentazione al Comune della SCIA per la produzione primaria, alla quale si allega il fascicolo AGEA con il numero di registrazione dello stesso.

Ulteriore passaggio è l’iscrizione al Registro delle Imprese competente territorialmente al quale si allega oltre alla P. IVA anche copia della SCIA regolarmente timbrata dal S . U . A . P . del Comune.

I costi per l’iscrizione e la presentazione della documentazione per una ditta individuale, sono molto limitati, e si possono individuare in circa 300- 350 Euro. Diverso il caso in cui occorre costituire la società in quanto le spese aumentano di circa 1.000 Euro.

Non esitare a contattarmi per ulteriori chiarimenti

 

 

 

 

 

Lascia un commento

Studio Mondino - la risposta ai tuoi quesiti fiscali.